lunedì 21 gennaio 2013

Ridateci il porno!

Sto iniziando a diventare monotematico, forse è vero... ma ho in serbo qualcosina di tutt'altro tipo per i prossimi articoli che spero non deluderà! Intanto mi chiedevo se qualcuno di voi sapesse rispondere alla domanda: che fine ha fatto la pornografia?

Sono serio, serissimo. Va da se che non sto parlando di internet, crogiuolo di perversione a buon mercato, ma piuttosto qualsiasi altro aspetto della nostra vita.
La chiave per la soddisfazione dei bassi istinti è alla portata di qualsiasi primate col pollice opponibile tramite i numerosi siti streaming, ma intanto loro continuano con l'estrazione dell'erotismo da qualsiasi altro contesto reale.

È in atto un cambiamento che non capisco a chi o cosa serva, un cambiamento per il quale non esiste più la pornografia in televisione neppure a notte fonda e la letteratura erotica è magicamente sparita -e già non vantava questo numero di titoli- da qualsiasi libreria.

L'unico accenno che se ne vede, in realtà se ne è bombardati, è quello grottesco e di infimo livello -tanto che definirlo erotismo è uno sforzo d'immaginazione non indifferente- della televisione delle veline (e categorie affini) e dei film di natale.

Si cerca di relegare la sessualità nuovamente a un taboo, e lo si fa convincendosi che i ragazzini hanno bisogno di questo tipo di protezione e oblio dalle mille insidie del sesso, facendo sparire qualsiasi riferimento ad esso da ovunque -pur consentendo agli uomini di vedere qualche bel culo su Italia 1, relegandolo a un teatrino televisivo assurdo che è tanto distaccato dalla vita da essere irriconoscibile- mentre gli innocenti pargoli vanno a vedersi giapponesi intrattenere dei cani su un sito qualsiasi e cacciare tette su chatroulette.

Si sta vivendo una bugia che serve ai grandi per sentirsi in controllo dell'educazione dei figli, a distrarsi dalla merda che anni di ottusità ci hanno portato e più in generale a rompere il cazzo, visto che alla fin fine è quello che alla gente piace fare.

Grazie internet. Grazie condivisione dei contenuti. Grazie libera informazione.
Loro qui non possono vincere.

0 commenti:

Posta un commento